WhatsApp
Chatta con noi!

COME PIANTARE I SEMI DI MARIJUANA

come piantare i semi di marijuana

In molti si chiedono come piantare i semi di marijuana legale o cannabis light. In questo articolo vi spiegheremo passo a passo come seminare e crescere una pianta di ganja come cristo comanda.

Innanzitutto, sono molti i metodi iniziali su come far germinare i semi di cannabis. Il metodo più semplice è immergere il seme in un bicchiere d’acqua e aspettare qualche giorno che esca la radice primordiale bianca. Altri metodi sono ad esempio, bagnare semplicemente un tovagliolo o fazzoletto e inserire il seme d’erba dentro.

I coltivatori più esperti che devono affrontare grandi produzioni di marijuana legale, per risparmiare tempo e fatica, preferiscono inserire i semi in appositi dischetti di torba. Così facendo, dopo la fuoriuscita della piantina, si potrà trapiantare in terra o in vaso, in base al tipo di coltivazione che si vuole effettuare.

Il periodo ideale per piantare le vostre piante di marijuana light è intorno al fine aprile / inizio maggio. Molto dipenderà dal tipo di pianta, se è autofiorente (2-3mesi) o regolare (5-6 mesi), dal tipo di coltivazione outdoor (all’aperto) o indoor(al chiuso) e dalla genetica di canapa (sativa, indica, ruderalis, ibrida).

Inoltre, sarà importante la scelta della varietà di cannabis in base alla latitudine della coltivazione, infatti ogni tipo di marijuana cresce ad una certa latitudine. Ad esempio la cannabis sativa cresce a basse latitudini, invece la marijuana indica cresce ad alte latitudine, pensiamo ad esempio alle piante di cannabis della varietà della Kush che crescono sulle montagne dell’India.

Come piantare i semi di marijuana- fase 2 trapianto in terra

Successivamente, quando le vostre piantine saranno germinate e spuntate le prime foglioline, dopo due settimane, si potrà trapiantare la cannabis nella terra o nel vaso in base al tipo di coltivazione scelta.

A seguire troverai qualche consiglio su come piantare i semi di marijuana in una coltivazione outdoor.

Per prima cosa, accertati di avere un terreno ottimale per la coltivazione della marijuana o della canapa.

Il terreno ideale per fare crescere le vostre piante deve avere almeno questi requisiti fondamentali:

  • terreno argilloso;
  • organico e ricco di nutrienti;
  • ricco di vitamine e minerali.

Consigliamo vivamente di concimare prima il terreno, affinché la pianta abbia tutti i nutrienti per affrontare al meglio la fase vegetativa e la fase di fioritura.

Per una coltivazione indoor invece è funzionale avere un vaso di medie grandi dimensioni con un terriccio apposito. Il BioBizz al cocco è un terriccio ricco di nutrienti e minerali ideale nell’intero ciclo vitale per la vostra pianta d’erba.

In tale tipo di coltivazione è importante avere delle lampade con la luce giusta, per le varie fasi di crescita.

Inoltre, un ambiente controllato e ben areato farà la differenza per far crescere al meglio la vostra pianta. Sconsigliamo questo tipo di produzione per i neofiti perché il grado di difficoltà per tale produzione è molto alto.

Infine, ci sono altri fattori essenziali per fare crescere bene le vostre piantine che sono la temperatura e l’umidità dell’ambiante circostante e il PH della terra.

Segui i nostri articoli successivi su come affrontare al meglio le altre fasi del processo di crescita delle piante di marijuana.

 

 

 

L'autore

CBDitta Team

Matteo è un cultore della cannabis, studia da anni i componenti della marijuana e i suoi benefici; si occupa della realizzazione di articoli approfonditi presenti nel blog CBDitta.


Post che potrebbero interessarti

0