Cos’è l’HHC? Questo nuovo cannabinoide è un semi-sintetico estratto dalle piante e dai semi di canapa. E’ considerato come uno sballo pulito e sicuro e in questo articolo facciamo dei chiarimenti sul nuovo cannabinoide.

L’esaidrocannabinolo è un cannabinoide che sta facendo scalpore, perché presenta una struttura simile al THC, ma, a differenza di quest’ultimo, L’HHC non compare nella tabella degli stupefacenti. Questo consente ai rivenditori di cannabis light di vendere un prodotto legale che però ha un effetto psicotropo.

Sebbene ha una struttura simile al THC, le molecole e i suoi effetti sono specifici.

Questo nuovo componente è stato scoperto per la prima volta in laboratorio da Roger Adam negli anni 40. Con i suoi dottori ha sintetizzato molti composti della cannabis tra cui CBD , THC e HHC.

Cos’è l’HHC? Quali sono le differenze con il THC?

Per iniziare, le strutture chimiche del HHC e THC sono diverse, ma non entreremo nel dettaglio in questo articolo.

La sua struttura è più stabile rispetto al THC e ha una capacità di conservazione più lunga, invece, il THC si degrada più velocemente e si ossida diventando così CBN (leggi il nostro articolo su questo cannabinoide)

Purtroppo abbiamo poco informazioni sull’effetto all’organismo dell’HHC, ma è chiaro che i suoi effetti sono psicoattivi e le sue molecole si legano ai recettori CB1 e CB2. Servono però nuovi studi per saperne di più.

Gli effetti del HHC sono meno potenti del THC; c’è chi dice abbiano effetti euforici ed energici, altri, effetti inebrianti. Vogliamo ricordare che come il THC, l’HHC ha effetti soggettivi in base alla tolleranza ai cannabinoidi del singolo individuo.

Nel mercato attuale sono presenti molti fumi e fiori HHC, ma questi ultimi vengono spruzzati con il principio attivo e sono nocivi. Gli hash invece non sono nocivi come i fiori, ma sconsigliamo al momento l’utilizzo, dato che non sappiamo ancora gli effetti sull’organismo. Per questo motivo il nostro team ha deciso al momento di non commercializzare questo tipo di prodotto, nonostante i competitor spingono sul mercato tali prodotti, ignari del rischio a cui vanno incontro.

Una delle domande più frequenti è se L’HHC risulta nei test anti droga, secondo il nostro parere tale sostanza non dovrebbe risultare. Questo perché i test rilevano i metaboliti del THC e visto che l’HHC ha una struttura diversa, probabilmente non dovrebbe essere rilevato.

Categorie: Blog

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *